VISITA GUIDATA VIRTUALE - Risorgimento inedito: oggetti preziosi dai depositi del Museo

PER PARTECIPARE ALLA VISITA GUIDATA VIRTUALE

– E’ necessario prenotarsi inviando una mail all’indirizzo didascobologna@gmail.com.
– Vi verranno inviate le istruzioni specifiche per accedere alla visita guidata virtuale, quindi prenotate con un indirizzo che potete consultare da casa
– E’ necessario avere un cellulare, un tablet o un computer e un collegamento internet

PER PAGARE

Bonifico bancario sul conto della Didasco Associazione Culturale (Banca di Bologna, IBAN IT49K0888302407033000332468).
Si chiede di inviare copia contabile a didascobologna@gmail.com oppure tramite WhatsApp a 3481431230

La visita guidata VIRTUALE

La Didasco vi porta al Museo del Risorgimento …stando a casa vostra!
Una visita guidata virtuale, in cui voi vi collegate da casa e noi siamo “sul campo”  IN DIRETTA.

Una visita davvero speciale, un’occasione unica! Non sarà la solita visita guidata al Museo del Risorgimento ma una vera e propria immersione nella nostra storia attraverso oggetti inediti, preziose testimonianze normalmemte non visibili al pubblico esposte solo per noi! Parliamo della zolla di terra presa dalla fossa di Ugo Bassi, dei ferri chirurgici usati per medicare Garibaldi ferito nel 1866. E che dire delle armi appartenute a Gioacchnio Murat? In dialogo con alcuni oggetti esposti nelle teche del Museo faremo rivivere grandi personaggi della nostra storia, non solo bolognese, ma italiana!

Il Museo

Inaugurato nel 1893, il Museo Civico del Risorgimento di Bologna è ospitato dal 1990 al piano terreno di Casa Carducci, ultima abitazione del poeta. Gli spazi purtroppo consentono di esporre solo una piccola percentuale del patrimonio museale che va dalla Rivoluzione Francese alla Grande Guerra, con una visione privilegiata rivolta agli avvenimenti ed ai protagonisti locali.

Le sezioni

Lo spazio espositivo è articolato in sei sezioni:
L’Età Napoleonica (1796-1814), inizia con il 1796, anno dell’arrivo delle truppe rivoluzionarie francesi a Bologna. La Restaurazione (1815-1848) con la rapida conclusione dei primi movimenti rivoluzionari. L’Epopea Risorgimentale (1848-1860) quella degli anni decisivi delle Guerre di indipendenza e della Spedizione dei Mille, di Garibaldi e del suo mito, ma per Bologna sono anche gli anni di Ugo Bassi – la figura più popolare del Risorgimento bolognese -, della battaglia dell’8 agosto 1848, del popolo in armi. L’Italia Unita (1860-1914) e il nuovo Stato che completando la propria Unificazione politica deve al tempo stesso affrontare questioni decisive e inedite. Bologna in guerra (1915-1918) ovvero il tempo di quella “ultima Guerra di indipendenza”, in realtà la Prima Guerra Mondiale. In ultimo la Sezione filatelia e storia postale espone la collezione donata al Museo dallo studioso di storia della scienza e cultore di filatelia e storia postale Giorgio Tabarroni (1921-2001).
(Fonte https://www.storiaememoriadibologna.it)

NOTE:

Prenotazione obbligatoria inviando una mail all’indirizzo didascobologna@gmail.com.
Per informazioni potete chiamare il numero 348 1431230 (pomeriggio e sera).

quando

QUANDO:

Sabato 12 dicembre 2020
collegamento ore 10.30

dove

DOVE:

Ritrovo nel vostro salotto, nella vostra cucina oppure nello studio!

costo

COSTO:

L’Associazione chiede un contributo di 10€ per poter accedere a 2 visite virtuali.
Per questa visita guidata 2€ andranno al Museo del Risorgimento.
Sarà possibile pagare tramite Bonifico bancario sul conto della Didasco Associazione Culturale (Banca di Bologna, IBAN IT49K0888302407033000332468).
Si chiede di inviare copia contabile a didascobologna@gmail.com oppure tramite WhatsApp a 3481431230

Dai un'occhiata alle prossime visite in programma: